Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Se continui ad utilizzare questo sito web, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
 Ulteriori informazioni

La Scala di Partecipazione è uno strumento elaborato da Roger Hart per descrivere i diversi livelli della Partecipazione dei bambini e delle bambine alle attività e ai Progetti che li riguardano. Individuare su quale “gradino” della Scala si colloca un contesto o una situazione nella quale questi sono coinvolti è utile per riconoscere quando possiamo parlare di reale Partecipazione, e aiuta soprattutto a definire un Processo graduale attraverso il quale dare gambe e concretezza ai Diritti di Partecipazione. A partire dalla formazione svolta il giorno prima, i facilitatori e le facilitatrici hanno condotto gli Arciragazzi presenti al Campo a individuare i livelli di Partecipazione all’interno di alcune scenette ideate dagli stessi ragazzi e ragazze.

Durante il pranzo, ci sono venuti a trovare alcuni amici dell’accogliente Comunità di Cantagallo: il Sindaco, il Presidente dell’ANPI locale e il Responsabile di Legambiente che gestisce la struttura che ci ospita.

Per il terzo anno consecutivo siamo stati accolti con sincero affetto da questa straordinaria Comunità, e l’incontro con l’ANPI è stato un’ulteriore conferma del Patrimonio comune di valori di Libertà e Democrazia ispirati alla Resistenza, condivisi dalle nostre Associazioni.

Il pomeriggio è stato dedicato al riposo e al tempo libero. I ragazzi e le ragazze hanno trascorso l’ultima parte della giornata tra dormite, partite di pallone e cacce al tesoro autogestite. Nel frattempo continua la "scelta di campo" di molti e molte partecipanti rispetto a un rilevantissimo tema etico: come comportarsi con le vespe?

Prima di andare a nanna, giochi e musica proposta dai fantastici Catalani di Esplac, che hanno gestito l'intera serata. Gracias!

< quinto giorno - settimo giorno >

"I bambini sono una risorsa. Quando vengono messi in grado di esprimersi sanno farlo con gioiosita' e serietà. Vogliamo provare ad includere nei progetti e soprattutto nei comportamenti i soggetti portatori di futuro?" Carlo Pagliarini, 1991

MADE BY KAPPERO.it WITH